fbpx
Matrimonio eco chic il flower bar

ISPIRAZIONI PER UN INTRATTENIMENTO ECO CHIC: IL FLOWER BAR

Un trend nuovissimo, nato negli States e ancora poco visto in Italia: Il flower bar è un corner floreale che stupirà i vostri ospiti consentendovi di omaggiarli di un colorato e profumato pensiero, con un occhio al rispetto dell’ambiente.

State valutando come intrattenere gli ospiti del vostro matrimonio in un modo meno convenzionale e tanto chic?

Come sapete, stupire e coccolare gli ospiti sono due obiettivi che sono solita pormi quando organizzo i matrimoni per le mie coppie. Il fatto che gli invitati possano trascorrere momenti piacevoli vivendo vere e proprie nuove esperienze sensoriali, in un contesto curato e raffinato, rientra appieno nelle situazioni che trovo interessante proporre agli sposi.   

Ma cos’è il flower bar?

In maniera sintetica il Flower Bar è un corner tematico. L’idea di realizzare dei corner tematici, di degustazione e/o intrattenimento è diffusa da alcuni, pensiamo ad esempio anche agli stessi Show Cooking realizzati in aperitivo o durante la cena, oppure al corner Rum&Sigari (rigorosamente all’aperto) o allo stesso Photoboot.

Ciascuno di questi corner è più o meno adatto alle diverse situazioni, e naturalmente qualsiasi tipologia di corner dovrà necessariamente essere stilisticamente declinata tenendo in considerazione il tipo di evento che vogliamo realizzare. Non dimentichiamo infatti che la parola d’ordine rimane sempre la stessa: armonia  nelle scelte.

Il Flower Bar è un angolo fiorito, che può essere realizzato in diversi modi: possiamo partire da un semplice tavolo ricolmo di fiori, oppure può fare parte di un setting più grande e composto anche da elementi d’arredo. In questo corner vengono messi a disposizione degli ospiti una serie di fiori, che vi consiglio di elencare in un apposito cartello poiché come sapete, i fiori piacciono a tutti ma non sono in tanti a conoscerne il nome: per i vostri ospiti sarà anche una preziosa ed intrigante occasione per imparare qualcosa di nuovo su queste meraviglie della natura.

Vi consiglio di decidere in anticipo cosa dovrà essere realizzato con i fiori a disposizione: possono essere delle coroncine, dei piccoli bouquet, dei bracciali di fiori o dei piccoli cestini che poi potranno portare con sé.

Chi si occupa del Flower Bar?

Abbiamo due diverse opzioni:

  •  La prima vede gli invitati procedere in autonomia con la realizzazione delle piccole opere fiorite. Va da sé che dovranno essere realizzazioni molto semplici ed è consigliabile corredare il corner di poche e chiare istruzioni per l’uso.
  • La seconda opzione prevede la presenza di un floral designer nella gestione del lavoro manuale. Valgono sempre le indicazioni generali, cioè l’indicazione del prodotto da realizzare e l’elenco dei fiori per conoscenza degli ospiti, ma ad occuparsene sarà un esperto.

Quale opzione preferire fra autogestione e floral designer?

Io credo immaginerete che la prima delle due alternative non sia la mia preferita, e in effetti è così. Lasciare troppa libertà agli ospiti è sempre un rischio.

Non fraintendetemi, gli ospiti vanno lasciati liberi di fare ciò che preferiscono, ma sempre all’interno di un percorso pianificato e studiato insieme, perché in questo modo avranno più facilmente la possibilità di gustarsi tutte le sorprese preparate per loro e vivere una giornata interessante e mai noiosa.

Il Flower Bar autogestito presenta il concreto rischio che ciascun ospite impieghi molto tempo nella realizzazione della sua piccola opera d’arte e questo potrebbe non consentire a tutti di fare lo stesso. Inoltre, non per sfiducia, ma credo che il risultato estetico sarà migliore se ad eseguire l’opera sarà un floral designer.

Qual è il momento migliore per proporre il flower bar?

Il corner fiori potrebbe essere presente durante tutta la festa oppure potrebbe essere previsto in alternativa all’arrivo degli ospiti durante l’aperitivo oppure dopo il taglio torta come intrattenimento di fine giornata.

Personalmente io non lo lascerei attivo per l’intera durata dell’evento, preferendo scegliere un momento particolare della giornata, in particolare l’aperitivo in cui gli ospiti, appena giunti al luogo del ricevimento, lo apprezzeranno maggiormente che nella fase molto più informale della fine evento in cui mi sentirei di stuzzicarli con un open bar scenografico.

Quali fiori utilizzare per il Flower Bar? No agli sprechi, evviva il riciclo

Questo è un aspetto molto interessante, poiché si possono di certo usare fiori acquistati per questo specifico scopo, oppure si possono utilizzare fiori avanzati dalle precedenti lavorazioni.

Dovete sapere che i fioristi quando preparano le composizioni di un matrimonio hanno inevitabilmente degli scarti: fiori magari non adatti a far parte di una composizione importante ma comunque fiori belli e quindi adatti ad altri scopi.

Se per il Flower bar utilizzerete i fiori provenienti dalle precedenti lavorazioni darete anche una mano all’ambiente andando ad utilizzare in maniera chic del vero e proprio materiale di scarto.

Come realizzare un flower bar?

Rispetto all’estetica di questo corner, a rischio di essere ripetitiva, ogni stile privilegerà soluzioni diverse: l’idea di allestirlo è intrigante sia in contesti naturali quali location all’aria aperta, che in situazioni industriali e quindi, al contrario, in spazi chiusi (i contrasti danno vita talvolta a risultati inaspettatamente meravigliosi).

I fiori in pratica sono sempre e comunque una buona idea, mentre per quanto concerne l’aspetto stilistico del corner, a comandare sarà come sempre lo stile autentico del vostro matrimonio.

Sono Natascia Zignani, wedding planner e stylist, se vuoi saperne di più sull’argomento contattami.

Vuoi sapere cosa posso fare per te? Take a look

Natascia Zignani Weddings

No Comments

Post A Comment